August 2017
M T W T F S S
« Dec    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie

Archivi

Passaporto europeo animali da compagnia: come portare i nostri amici a quattro zampe all’estero

Ho concluso da poco la procedura per portare i miei gatti all’estero ed ho dovuto girare molto in Internet per trovare tutte le informazioni utili.

E’ necessario innanzitutto munirli di un passaporto europeo, che consente di muoverli liberamente all’interno dell’Unione Europea, sebbene alcuni Stati (Regno Unito, Irlanda e Svezia per esempio) vogliano anche una quarantena preventiva di 6 mesi nel Paese di partenza. Questo per evitare la quarantena all’arrivo nello Stato, che sarebbe molto più traumatica per i nostri animali.

La procedura è molto rigida, deve essere documentata passo passo e deve essere realizzata in strutture ufficalmente riconosciute dallo Stato Italiano e dall’Unione Europea.

In ordine è necessario:

  1. Inserire un microchip sottocutaneo, se l’animale non ne ha già uno e far certificare l’inserimento al veterinario; la procedura standard prevede il rilascio di un modulo da consegnare al servizio veterinario della ASL locale.
  2. Effettuare la vaccinazione contro la rabbia, solo dopo aver inserito il chip. Se la vaccinazione è stata fatta anteriormente deve essere rieffettuata perché sul certificato di vaccinazione deve essere chiaramente indicato che il veterinario ha effettuato la vaccinazione solo dopo aver identificato l’animale tramite micro-chip;
  3. Per alcuni Stati è necessario effettuare il controllo sulla titolazione degli anticorpi, per verificare che abbiano raggiunto il limite minimo richiesto; questa analisi viene effettuata con un prelievo di sangue tra i 21 ed i 30 giorni dopo la vaccinazione; il campione deve essere analizzato da un laboratorio autorizzato.
    Ricordiamoci di provvedere a far certificare appositamente dal veterinario i 3 passi precedenti, facendo inserire sempre in ogni certificato il microchip dell’animale. Questa ulteriore precauzione serve nel caso in cui all’ingresso nello Stato estero ci fosse qualche problema con il passaporto. Possiamo così giustificare che la procedura è stata seguita correttamente.
  4. A questo punto è possibile portare tutto il materiale attestante i 3 passi precedenti in uno degli uffici della ASL che rilasciano il passaporto europeo. Bisogna recarsi lì con i nostri animali perché devono verificare il corretto inserimento e la corrispondenza del microchip.
  5. Dopo il ritiro del passaporto o dopo che è il passato il periodo di quarantena richiesto per il vaccino antirabbico, è possibile portare i nostri animali all’estero. Il periodo di quarantena parte dal giorno del prelievo che ha dato un risultato positivo all’esame di titolazione anticorpale. Per esempio, nel mio caso, voglio portare i miei due gatti in Inghilterra. E’ richiesta in questo caso (con le attuali leggi) un periodo di quarantena di 6 mesi. Il prelievo di sangue per il controllo della titolazione è stato effettuato il 6 aprile. Il passaporto mi è stato consegnato i primi di giugno. Io potrò portare i miei gatti in Inghilterra dal 6 ottobre in poi.
  6. Ultimo passo della procedura: tra 48 e 24 ore prima dell’ingresso nello Stato estero, infine, è necessario effettuare un trattamento contro pulci e zecche da un veterinario autorizzato.

Non ho dato indicazioni precise su veterinari o uffici autorizzati, nè liste degli Stati in cui è richiesto il periodo di quarantena, nè la durata di questo periodo perché sono informazioni che cambiano in continuazione. E’ necessario informarsi nel particolare momento in cui si deve partire per essere sicuri di aver seguito la giusta procedura e di aver rispettato le richieste della legislazione dello Stato estero in cui ci stiamo recando.

Posso però darvi questi link che dovrebbero essere sempre utili:

http://poliziadistato.it/articolo/1088-Il_passaporto_per_gli_animali_da_compagnia

http://www.ministerosalute.it/speciali/pdSpeciali.jsp?id=58&idhome=57&titolo=&sub=1&lang=it

http://www.aslromab.it/cittadini/servizi/a_canina/index.php

http://www.izslt.it/izs/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=58

Per l’Inghilterra:

http://www.defra.gov.uk/animalh/quarantine/index.htm

Condividi:
  • Blogosphere News
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • Live

42 commenti a Passaporto europeo animali da compagnia: come portare i nostri amici a quattro zampe all’estero

  1. Darpalu
    May 8th, 2010 at 9:55

    Ciao Alice,
    Ti ringrazio per l’articolo e vorrei chiederti se sei riuscita a portare con successo i tuoi gatti in Inghilterra una volta completato il pet travel scheme.
    In giro per la rete ho trovato un utente che sosteneva che in Gran Bretagna ti obbligano comunque ad una quarantena di sei mesi sul loro territorio,infischiandosene comunque di tutta questa lunga trafila burocratica a cui sottopongono te e i tuoi animali prima di partire.
    Ho chiesto su vari forum ma non riesco a trovare una singola testimonianza da parte di qualcuno che sia effettivamente riuscito ad andare in UK con i propri animali!

  2. Alice
    May 8th, 2010 at 11:17

    Purtroppo non posso esserti utile, perchè per vicende varie ci sono stata poco tempo ed ho deciso di non portarli con me dati gli alti costi di trasporto di due gatti dall’Italia all’Inghilterra sempre seguendo le specifiche richieste (gabbie particolari, vettori particolari). E come ben saprai tutti i produttori di articoli per animali e annessi speculano molto sui prezzi praticati.
    Posso però riportare la testimonianza del mio veterinario che mi diceva di altri che hanno portato con successo i loro animali all’estero e che regolarmente si spostano con loro dall’Italia.
    Bisogna dire che all’ingresso in Inghilterra sono molto fiscali, quindi se la procedura non è stata seguita correttamente non è possibile portare gli animali dentro senza quarantena.
    Approfitto per aggiornare il post sul richiamo che bisogna fare.
    Entro il giorno prima la scadenza del vaccino antirabbico è necessario fare il richiamo presso il proprio veterinario che rilascerà anche in questo caso un certificato. Con questo è necessario andare presso il servizio veterinario della asl, con la ricevuta di un versamento di 8€ e loro provvederanno a segnarlo sul passaporto europeo. Se non si fà il richiamo in tempo la procedura deve essere rifatta dall’inizio perché non sono più garantiti i livelli di titolazione anticorpale.
    E bisogna sempre ricordarsi dell’ultimo passo della procedura prima di entrare in Inghilterra: trattamento contro pulci e zecche effettuato da veterinario autorizzato che provvederà a segnarlo nell’apposito spazio sul passaporto europeo.
    In bocca al lupo per il vostro viaggio. :)

  3. Darpalu
    May 8th, 2010 at 12:37

    Grazie mille per la risposta,mi conforta almeno sapere che la cosa sia effettivamente possibile ;)

  4. nazeli
    June 7th, 2010 at 21:38

    ciao a tutti!qualcuno sa per caso come ci si comporta con altri tipi di animali? io ho un pappagallo cenerino e 2 conigli che vorrei portare dall’Italia in Bulgaria in macchina! conosco bene il regolamento per quanto riguarda il pappagallo ma non so niente sui conigli!

  5. Alice
    June 7th, 2010 at 23:42

    @nazeli: non saprei. Ho trovato solo questo sito su internet http://www.clinicaveterinariabaroni.com/?news dove in fondo alla pagina parla dei requisiti per il trasporto degli animali diversi da cani, gatti e furetti, nei vari stati dell’Unione Europea. Se ho ben capito dovrebbe essere la stessa procedura su descritta, senza la parte relativa alla titolazione anticorpale per la rabbia (cioè è sufficiente una certificazione che è stato fatto il vaccino, senza necessità di prelievo e controllo del livello degli anticorpi).
    Credo comunque, date le poche informazioni che si trovano, che ti convenga contattare il servizio veterinario della tua AUSL di competenza, per evitare problemi all’ingresso in Bulgaria, o al rientro in Italia. E poi facci sapere.
    Buon viaggio! :)

  6. nazeli
    June 11th, 2010 at 11:39

    grazie mille Alice!infatti ieri li ho vaccinati e ho fatto il certificato medico di buona salute. dovrebbe essere sufficente!speriamo bene, sarà un lungo viaggio!grazie ancora e vi faccio sapere com’è andato!
    buone vacanze,
    nazeli

  7. carlo
    July 8th, 2010 at 11:55

    ho acquistato un cenerino da un negozio specializzato,l’ho richiesto già svezzato,mi avevani detto che aveva 3 m3si, qho dato un acconto e poi il resto al Ritiro :l’ho pagato 1300 Euro più la gabbia. Non è troppo grande con sei mesi o va nene’. Qundo l’ho portato a casa mi è scappato e abbiamo faticato per riprenderlo e metterlo in gabbia;adesso no mangia ma beve ,forse si è spaventato,quando mi avvicino alla gabbia si gira e mi da le spalle, come devo comportarmi? oltre all’anello deve avere un certificato di dove è nato ,dove e come è stato allevato?
    Grazie Carlo Salis

  8. Alice
    July 14th, 2010 at 19:34

    @carlo: L’anello dovrebbe contenere tutte le informazioni identificative dell’allevamento e del cenerino. Dovrebbe quindi garantirti sulla sua provenienza e su come è stato allevato!
    Non ho trovato però in giro molte informazioni sullo spostamento all’estero dei volatili… mi spiace di non poterti essere utile :(

  9. Paola
    August 7th, 2010 at 16:49

    Qualcuno sa dirmi invece cosa devo fare per portare un cane dall’india??
    ..navigo tra siti ma nn trovo buone info.
    Grazie

  10. Alex
    September 27th, 2010 at 19:32

    Ciao Alice,

    sapresti dirmi per caso se posso fare microchip e antirabbica nello stesso giorno, o devono passare tot ore o giorni?

    Ti ringrazio Alex

  11. Alice
    September 27th, 2010 at 19:56

    @Alex: Ciao, l’importante è che il microchip sia inserito prima dell’antirabbica perchè poi il veterinario dovrà certificare in tutti i passaggi, compresa la vaccinazione che ha identificato l’animale tramite microchip. Nella documentazione che ho letto, non risulta un divieto di fare entrambi nello giorno o un tempo minimo di attesa tra un intervento e l’altro e, quindi presumo dipenda dalla decisione del veterinario.

  12. Alice
    September 27th, 2010 at 19:57

    @Paola: mi spiace, ma non saprei.

  13. Sara
    January 25th, 2011 at 20:16

    ciao Paola,
    anche io devo portare i miei cani dall’India…la prassi é lunghissima e molto complicata ma non riesco a trovare informazioni precise sul web. Tu per caso ci sei riuscita? Hai potuto trasportare il cane in Italia? Ti ringrazio infinitamente per i tuoi consigli!

  14. Dea
    February 15th, 2011 at 10:27

    Salve, dovrei portare un gatto dall’italia all’Inghilterra. volevo sapere se, viaggiando con vettore aereo, il gatto viene obbligatoriamente stivato oppure è possibile trasportarlo anche a bordo come posto passeggero.
    grazie in anticipo.

  15. Alice
    February 15th, 2011 at 15:24

    @Dea: Ciao, su vettore aereo non possono viaggiare insieme ai passeggeri, ma viaggiano nella stiva in appositi trasportini che devono rispettare le misure e le caratteristiche stabilite dalla compagnia aerea sulla base delle norme inglesi di tutela degli animali.

  16. Dea
    February 17th, 2011 at 12:45

    grazie alice…ho sentito dire che comunque se il comandante è d’accordo forse è possibile evitare la stiva..vedremo, preferirei di no. altrimenti forse è meglio un trasporto via terra, con auto o treno.

  17. Alice
    February 17th, 2011 at 14:26

    @Dea: tienici aggiornati sulla tua esperienza di viaggio!

  18. Dea
    February 24th, 2011 at 16:50

    lo farò alice, ancora dovranno passare parecchi mesi, devo cominciare tutte le pratiche e sistemare un pò di cose… ma giuro che vi aggiorno, speriamo bene!
    grazie

  19. laura
    January 12th, 2012 at 21:01

    Poi com’è andata??

  20. Giovanna
    May 3rd, 2012 at 9:09

    Vorrei sapere se servono dei certificati per portare il Papagallino inseparabile in Inghilterra .Quando l’ho acquistato un
    anno fa’ non mi hanno dato niente.Io viaggio con British Airways ed ho guardato sul sito dovrebbe viaggiare gratis con me in stiva. Grazie x il vostro aiuto

  21. SarahNina
    July 18th, 2012 at 18:27

    Ciao a tutti! Devo portare la Mia gatta dal belgio all’italia.. Ha chip, librettino medico identificativo e vaccini e sterilizzazione… Qualcuno sa dirmi come devo muovermi x fare tutto al piu presto possibile? Grazie Mille!!

  22. Alice
    July 23rd, 2012 at 13:45

    @SarahNina: credo manchi la vaccinazione antirabbica. Comunque a questo link trovi le info generali ed altri link per approfondimento.
    http://www.lineaamica.gov.it/risposte/risposta/1510/Viaggiare-con-gli-animali-portare-il-proprio-cane-in-Italia.html
    Buon viaggio ad entrambe! :)

  23. chaouki
    August 18th, 2012 at 0:27

    buongiorno,voglio comprare due pappagalli dal marocco e portarli in italia mi sai dire che procedure devo fare per favore?grazie

  24. Alice
    September 7th, 2012 at 23:03

    @chaouki: ciao, ho trovato sul sito del corpo forestale che per alcuni pappagalli è vietata l’importazione.
    http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/184
    Qui trovi l’elenco delle specie il cui traffico è vietato o controllato.
    La tua domanda rientra più nel commercio di animali che nel trasporto di animali domestici… Non ho trovato altra informazione utile oltre a questa.
    Credo che ti convenga contattare l’ufficio CITES della Forestale.

  25. Athal
    September 14th, 2012 at 11:10

    Dal 1 gennaio 2012 sono entrate in vigore nuove norme per portare animali domestici nel Regno Unito e non occorre più il periodo di quarantena e non occorre più viaggiare in rotte di trasporto obbligate. Tutto è leggibile nella pagina del DEFRA - Traveling with pets http://www.defra.gov.uk/wildlife-pets/pets/travel/

  26. Dado93
    February 21st, 2013 at 23:23

    Ciao …attualmente mi trovo a londra per lavoro rimarro fino a meta aprile …pochi giorni fa ho trovato un cucciolo di staffy bul terrier l ho portato a casa e ho intenzione portarlo in italia con me al rientro..sto cercando informazioni per portarlo con me ma e’ complicato trovare su internet… Devo fare il passaporto per il cane da londra in italia? Devo fare visite speciale? E molto caro? Devo pagare un prezzo aggiuntivo per portare il cane in treno?

  27. Martina
    July 30th, 2013 at 19:22

    Salve vivo a Londra con la mia famiglia…ovvero con il mio dolce gattino di 5 mesi!!! Ho deciso di tornare in Italia, dal vet mi hanno detto che devo fare il passaporto ma il gatto delle rientrare in Inghilterra entrò 21gg, altrimenti devo fare ancor più casini! Ma sapete cosa mi succede se lo porto in Italia e non torniamo più????
    Io a fine ottobre devo rientrare, ho bisogno di un aiuto!!!!

  28. Alice
    August 19th, 2013 at 9:05

    @Martina: Non so perchè tu debba rientrare nei 21 giorni successivi perché non conosco la normativa nazionale Inglese, ma probabilmente al gatto viene fatta una profilassi temporanea oppure sono i 21 giorni di intervallo tra la vaccinazione e la titolazione anticorpale?
    Se ti è possibile segui la procedura standard in modo che con lo stesso passaporto che usi per uscire il gatto possa rientrare nuovamente ad ottobre dall’Italia, solo facendo l’antipulci e zecche 48 ore prima della partenza.

  29. Mario
    October 14th, 2013 at 19:19

    Ciao a tutti, ringrazio per tutte e informazioni presenti, avrei una domanda… secondo voi è necessario fare tutti questi vaccini anche se i miei due gatti li trasferirò in macchina, e non in aereo, in Germania? Ci potrebbero essere problemi nel caso in cui mi fermassero ad un posto di blocco secondo voi?Non riesco a trovare nessun genere di informazione che riguardi il trasporto in macchina di animali domestici da uno stato all’altro…grazie

  30. Alice
    October 23rd, 2013 at 10:03

    @Mario: legalmente dovresti rispettare le norme di immigrazione degli animali domestici (che per la Gran Bretagna sono cambiate in questo anno e provvederò ad aggiornare l’articolo a breve) con qualsiasi mezzo tu entri nello Stato. Praticamente, è molto improbabile che qualcuno ti faccia dei controlli usando l’auto. Nel caso accadesse, ovviamente stai infrangendo le loro norme sanitarie e quindi potrebbero esserci delle conseguenze spiacevoli.
    Fermo restando che poi, portando i tuoi gatti da un veterinario in Germania, dovresti spiegare perché non hanno la profilassi prescritta. :D

  31. adriana
    November 4th, 2013 at 16:14

    Sto per trasferirmi in Israele e vorrei sapere cosa devo fare per portare con me i miei due gatti? Grazie

  32. sara
    November 13th, 2013 at 0:21

    salve , qualcuno mi puo dire come posso portare i miei gatti persiani dall iran in italia ?

  33. Cristian
    November 4th, 2014 at 19:17

    Salve a tutti io vi consiglio visto gli spropositi scritti di chiedere all asl o al corpo forestale o alla compagnia aerea!!!

  34. daniele
    November 14th, 2014 at 10:54

    come posso fare per portare un pappagallo dall’australia in italia???qualcuno sa come aiutarmi???la mia email è: agliani.daniele@libero.it grazie mille

  35. Daniele
    January 18th, 2015 at 16:54

    Salve a tutti .. Volevo una piccola informazione mi dovrei trasferire in Gemania e con me vorrei portare il mio cane ” American straffordshire terrier ” e possibile !?

  36. Luca
    August 22nd, 2015 at 15:42

    Salve a tutti vorrei portare un cucciolo di cane di un mese dal Marocco a l’Italia potete dirmi come funziona (passaporto certificati cosa devo fare) ( il cucciolo lo porto in macchina)

  37. Ulisse
    November 2nd, 2015 at 15:12

    @Alice: Salve, mi sono t0rasferito quest’anno in Brasile, con famiglia e una cagnetta cocker spaniel, purtroppo i bimbi non si sono abituati e dovremmo tornare.
    Ho il passaporto europeo fatto in Italia prima di partire per il Brasile, così come il libretto sanitario del cane oltre il documento del veterinario quando ho messo il microchip due anni fa.
    Per entrare in Brasile ho dovuto fare in Italia il CZI (certificato zoosanitario internazionale), ora però vorrei sapere se per tornare in Italia bastano il passaporto europeo e il libretto sanitario, tra l’altro il vaccino antirabico è stato fatto a giugno, quindi dentro della validità.
    Grazie mille!!!

  38. Riccardo
    March 20th, 2016 at 22:05

    Salve,

    sono Riccardo Dirella e mi sono trasferito da un anno a Berlino per motivi di lavoro e, per questo, ho dovuto lasciare la coppia di pappagalli (agapornis roseicollis) allevati a mano e che hanno vissuto con me negli ultimi due, in custodia alla mia famiglia che a mio dire, non è un amante di volatili liberi per casa.

    Il motivo per cui mi permetto di contattarvi è quello di avere chiarezza su come procedere al trasferimento della coppia di pappagalli in questione dall’Italia in Germania:

    - quali i documenti da rintracciare?
    - quali i vaccini da somministrare?
    - quali le visite mediche da eseguire prima della partenza?

    sarei felice di riuscire a portare con me i miei pappagalli con la speranza di porter restituire loro la libertà a cui erano abituati prima della mia partenza.

    cordiali saluti,

    Riccardo Dirella

  39. pietro
    May 18th, 2016 at 20:42

    bisogna faRE ANCHE IL PASSAPORTO AI PAPPAGALLI^?

  40. Kuki
    July 13th, 2016 at 22:10

    Voglio portare il cagnolino dal Kosovo in Geania ..ha il passaporto e il libretto delle vaccinazioni serve qualcos’altro che lo posso portare o no lo porterò in macchina??

  41. Alice
    July 14th, 2016 at 9:51

    @Riccardo @Pietro
    Sì anche i pappagalli hanno bisogno di certificazione sanitaria per spostarsi in Europa, ma non posso esservi utile perché è specifica e non uguale a quella di cani, gatti, furetti, conigli e simili. O almeno così era qualche tempo fa, ma non credo sia cambiato nulla. vi do alcuni link utili
    http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/184

    Norme di ingresso per i Paesi esteri
    http://www.dogwelcome.it/index.php?pkg=info&task=norme_ingresso

    http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=219&area=cani&menu=viaggiare

    http://www.dirittierisposte.it/Schede/Persone/Animali-domestici/viaggiare_con_i_propri_animali_id1133282_art.aspx

  42. Alice
    July 14th, 2016 at 9:53

    @Kuki Dovrebbe servire solo il trattamento antipulci e zecche da fare proprio prima dell’ingresso in Germania, insieme a passaporto e vaccinazioni.

    Qui trovi altre info specifiche sulla Germania
    http://www.dogwelcome.it/index.php?pkg=info&task=norme_ingresso

Lascia un commento

Puoi usare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>