August 2014
M T W T F S S
« Dec    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Categorie

Archivi

Creare un’immagine ISO avviabile per Windows

Questo è un problema ricorrente per chi come me lavora nell’informatica. Faccio di mestiere il programmatore in ambiente Microsoft e lavoro molto sulle macchine virtuali, utilizzando Microsoft Virtual PC per creare al volo gli ambienti operativi su cui per esempio sviluppare un progetto.
Ogni volta, però, che dovevo mettere su l’ambiente di lavoro, il che si traduce nella creazione delle macchine virtuali, installazione del sistema operativo e poi dei software necessari, si presentava sempre il problema di come installare il s.o.
Qualcuno di voi potrebbe chiedersi come mai non ho utilizzato il disco di installazione. Semplice perché non ne avevo! :lol:
In azienda era presente un repository di software, in cui si trovava l’intero scibile Microsoft, ma organizzato in cartelle su file system, senza quindi immagini iso o dvd di installazione.
Il problema era quindi, partire dall’intero set di cartelle e files di installazione di un s.o. e ottenere un’immagine ISO avviabile da montare nella macchina virtuale e lanciare l’installazione.
Ho provato diversi tools, ma nessuno di questi mi ha soddisfatto risolvendo il problema in maniera veloce e riutilizzabile, e alla fine si ricorreva sempre all’immagine a scadenza fornita dal collega, il quale l’aveva ottenuta in occasione di qualche Tech-Ready.
Stavolta però credo di essere riuscito a risolvere il problema.
Ho utilizzato il software vLite, scaricabile liberamente dal sito in versione free.

L’installazione su Windows Vista SP1 non ha dato alcun problema. All’avvio dell’applicazione, però, dopo aver accettato il contratto di licenza, è apparsa una finestra in cui veniva comunicata l’assenza di un prerequisito per l’applicazione. Occorre installare anche Microsoft Automated Installation Kit, anche questo liberamente scaricabile. Occhio però, perchè è un’immagine ISO da 1,3 GB.

Finestra Dipendenze di vLite

Ok, niente paura, allora. Ho scaricato AIK e l’ho installato. Fiducioso ho avviato nuovamente vLite ma… la finestra dei prerequisiti continuava a segnalarmi l’assenza di AIK. A questo punto ho cercato un po’ di informazioni in rete e ho trovato che, a causa di un bug nell’ultima versione di vLite, non viene rilevata la presenza di AIK, e vLite non trova una dll necessaria al suo funzionamento. Ma il problema è di facile risoluzione. Basta aprire la cartella “C:\Program Files\Windows AIK\Tools\x86″ (occhio al path di installazione di AIK, sulla vostra macchina potrebbe non coincidere col mio), copiare il file “wimgapi.dll” e incollarlo nella cartella di installazione di vLite, che per me è “C:\Program Files\vLite”.

Rilanciando l’applicazione, il problema non si presenta più, posso quindi procedere a creare la mia immagine ISO.

La schermata principale dell’applicazione mi chiede di selezionare la cartella sul file system in cui si trova il s.o. di cui fare l’immagine. Il messaggio che compare nell’interfaccia in italiano è “Seleziona la cartella in cui si trovano i file di installazione di Windows Vista”. Non lasciatevi ingannare dal messaggio, funziona anche con Windows Server 2008. Infatti, scegliendo propriamente la cartella riconosce il sistema operativo e mi chiede la versione del s.o. trovato.

Finestra Immagini di vLite

Fatta questa scelta, l’interfaccia principale di vLite si aggiorna con le informazioni del s.o. scelto e mi abilita due bottoni sul lato sinistro dell’interfaccia. Cliccando su “Operazioni da eseguire”, andrò a selezionare la voce “ISO Bootable”. Poi, cliccando sul bottone “ISO”, sempre nel menù a sinistra, mi apre la finestra in cui potrò configurare i dettagli della creazione della mia ISO.

Finestra ISO di vLite

Qui basta dare un nome all’immagine, selezionare eventualmente se si vuole splittare l’immagine in archivi multipli, nel caso di masterizzazione su diversi CD, e poi cliccare sul tasto (tradotto maluccio) “Creata ISO”.
L’ultimo passo è quello di indicare in quale cartella di destinazione salvare la nuova immagine e abbiamo finito.
La verifica consiste nel creare una nuova macchina virtuale in Virtual PC, montare l’immagine appena creata e miracolosamente l’installazione partirà.

Condividi:
  • Blogosphere News
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • Live

12 commenti a Creare un’immagine ISO avviabile per Windows

  1. Fabio
    June 10th, 2009 at 13:43

    Anche io faccio un lavoro simile al tuo ma dato che sviluppo in Java per me sono sufficienti macchine virtuali Ubuntu che faccio girare con VMWare.
    Così non abbiamo il problema delle licenze e l’ambiente è un pochino più sobrio anche se Java pesa sempre parecchio.
    Cmq da quando sviluppo su macchine virtuali mi trovo molto meglio, è tutto più ordinato.

    Saluti!

  2. Bianconiglio
    June 12th, 2009 at 9:21

    Già, la virtualizzazione ha aperto nuovi scenari prima impossibili, come la possibilità di mettere in piedi ambienti complessi, con molte macchine con ruoli differenti, senza dover spendere cifre astronomiche.

  3. il buon vecchio urry
    June 19th, 2009 at 0:43

    veramente un ottimo sw.lo uso da molto tempo per le mie copie personalizzate di vista ultimate x86 e x64 ed il risultato è sempre ottimo,soprattutto quando ti ritrovi,come nel caso di bianconiglio,senza iso avviabile e con i soli file d’installazione

  4. il buon vecchio urry
    June 19th, 2009 at 0:47

    dimenticavo:invece che scaricare l’AIK che,come già detto,è molto pesante,si può risolvere il problema in un altro modo:scaricare e installare Vlite versione 1.1.6 e poi la versione 1.2(l’ultima).
    in questo modo non viene richiesto nulla e l’hdd ringrazia :)

  5. Notizie dai blog su Creare Immagine di Sistema in Windows 7
    March 25th, 2010 at 16:00

    [...] gli ambienti operativi su cui per esempio sviluppare un progetto. blog: Le colonne di NonSenso | leggi l’articolo Per help e visualizzare le immagini abilitare javascript. Scrivi un commento [...]

  6. francesco
    May 4th, 2010 at 11:31

    non capite un cxxxo di sistemi potete facilmente crearla con un programma come nero,senza complicarvi la vita fate un immagine di (c)e avete risolto

  7. Fabio
    August 5th, 2010 at 20:37

    Ecco, meno male che c’è lo scenziato francesco ad elargire perle di saggezza. Poco importa essere un MCSE o un MCTS, magari aver sbattuto sui server in scenari complessi multisite… c’è sempre il drittone che sa tutto lui, e se ne esce con la soluzione più ovvia e banale, ed ovviamente non adatta: Nero non crea supporti bootabili partendo semplicemente dai file di installazione.
    Ho usato vLite per creare uno slipstream Vista SP1 proprio grazie a questo post, ora posso upgradare XP verso 7, intermezzando una installazione Vista SP1, mantenendone le configurazioni e customizzazioni.

    A francè, va a studiare và.

  8. marco
    February 18th, 2011 at 9:59

    mi associo a france… ma va a studiareeeeeeeeeeeeeeee

  9. PaoloNeo
    March 8th, 2011 at 10:45

    Scusate ma avendo una cartella dove all’interno ho il s.o.
    windows 7 file formato .iso

    come procedo di punto in bianco ad installarlo su un pc ?
    cioè se copi il file .iso su un cd e lo inserisco nel lettore si installa il s.o. ?

  10. Anonimo
    September 7th, 2012 at 12:18

    Francesco vxxxxxxxxo tu non sai un cxxxo di sistemi operativi. Nero non crea supporti bootabili ma neanche programmi come magic iso, ultraiso, winiso, superiso

  11. Francisca
    June 29th, 2013 at 5:06

    Hey! Someone in my Facebook group shared this website with us so I came to give it a
    look. I’m definitely loving the information. I’m bookmarking and
    will be tweeting this to my followers! Outstanding blog and
    fantastic design.

  12. Stefano
    September 1st, 2013 at 14:46

    Ragazzi un aiutino: installato correttamente vLite che però non trova i file di installazione di Windows Vista..che dovrebbero essere in C:\Windows..Che fare?

Lascia un commento

Puoi usare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>