June 2018
M T W T F S S
« Dec    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Categorie

Archivi

La teoria dell’autocomplotto

Pensavo che queste “inchieste ad orologeria” di cui parla in continuazione Berlusconi, non è che siano proprio ad orologeria. A memoria direi che viene indagato, ormai da 16 anni, in campagna elettorale come nel resto dell’anno! :D Solo che fa molto comodo legare l’inchiesta a qualche fatto contingente, così per dare più sostanza alla tesi del complotto giudizial-comunista.

Però nel caso di Trani, come probabilmente anche in altri casi, io credo che tutto l’interesse a far trapelare la notizia dell’indagine su Berlusconi, sia proprio del Berlusca stesso.

A prova di questo riporto due fatti: Minzolini ha chiamato qualcuno, immediatamente fuori dal tribunale, per comunicare che c’era un inchiesta in corso a Trani, che comprendeva persone o fatti così importanti da non fargli fare nemmeno poche centinaia di metri dal portone, dietro il quale gli era stata intimata la riservatezza del caso. Escludendo che l’interesse fosse giornalistico, perché non avrebbe mai potuto pubblicare la notizia, pena condanna per direttissima, posso presumere con una buona probabilità di successo, che stesse comunicando a qualcuno, tra le altre cose, che ci fossero nell’inchiesta dei nomi vicini al Presidente del Consiglio e, quindi, c’era la possibilità che anche lui fosse stato intercettato a margine del filone delle intercettazioni principali.

Secondariamente, sono stati i suoi stessi legali a chiedere al Tribunale di Trani se il loro assistito fosse indagato o meno. Considerando che in un’indagine un soggetto può entrare a diverso titolo, tutta questa fretta nel far sapere al mondo che Berlusconi era chiamato in causa in veste di indagato, cozza con l’idea sbandierata dal Premier, che queste notizie vengono fuori prima delle elezioni per manovre di turpi suborlatori. Bastava attendere 10 giorni e l’elettore medio italiano non avrebbe saputo che il suo ruolo nella macchina della giustizia fosse il peggiore possibile!

Mettendo insieme queste due ipotesi, posso dire che Berlusconi poteva sapere del suo nome nell’inchiesta di Trani già da dicembre (periodo a cui risale la telefonata di Minzolini) e ha confermato la notizia egli stesso tramite i suoi avvocati, due settimane prima del voto. Il fatto, che temporalmente manca proprio al centro di questi due eventi, è la trapelazione dei nomi di questa inchiesta. La mia ipotesi è che sia stato qualcuno vicino a Berlusconi stesso ad agire.

Del resto, a sinistra perché dovrebbe interessare? Sono settimane che provano a spostare l’attenzione dei media dai fatti che girano intorno al Premier, ai problemi reali dell’Italia, proprio come vorrebbe la funzione stessa della campagna elettorale, cioè la proposizione delle proprie soluzioni, contrapposte a quelle delle altre parti politiche, ai problemi dei cittadini. Ma questa campagna elettorale praticamente non c’è stata! E poi, chi pensa che Berlusconi sia un criminale che non è in carcere solo perché ha tanti servi e sudditi, oltre che tanti illustri professionisti a stipendio, per evitarlo, non è più convinto di ciò per una inchiesta in più o in meno.

L’unica persona interessata alla fuoriuscita della notizia era lo stesso Berlusconi, perchè in questo modo può far leva sul vittimismo e “chiedere ancora una volta una scelta di campo” che è l’unico modo di fare politica che conosce: polarizzare gli italiani semplificando con lo slogan “con me o contro  me”, atteggiamento dovuto all’assoluta mancanza di idee politiche ed al distacco totale, quanto imbarazzante, tra quello che sta a cuore al Premier ed i problemi del Paese.

Chiedo a chi lo vota: per quali idee va a votare? Io credo che vada alle urne non perché abbia fiducia nel governo e nelle soluzioni del PdL (che non esistono), ma essenzialmente per dare un appoggio alla persona di Berlusconi, con fiducia incondizionata in questo martire della giustizia italiana e dei comunisti, certo che LUI è la soluzione ultima e definitiva a tutti i problemi del mondo, terrestre e non! I fatti sono altra cosa, non interessano. E le chiedo ancora: tutta questa faccenda di Trani, non la convince ancora di più?

Condividi:
  • Blogosphere News
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • Live

Lascia un commento

Puoi usare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>