June 2018
M T W T F S S
« Dec    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Categorie

Archivi

La vergogna dei fatti di Rosarno

La vicenda di Rosarno è emblematica di uno Stato assente che lascia il territorio e la sua popolazione in mano alle organizzazioni malavitose.
In una città di meno di 16.000 abitanti c’erano 1.500 clandestini, sfruttati nei campi e tenuti come schiavi, in condizioni disumane: accampamenti sporchi e maltenuti con concentrazione di decine di persone, orari lavorativi da oltre 10 ore al giorno ed una paga di 18 euro al giorno, cioè meno di 2 euro all’ora!
Mi ricorda tanto i racconti dell’America coloniale, la guerra di Secessione tra Sud razzista e Nord progressista che chiedeva il riconoscimento di status di essere umano per gli schiavi deportati dall’Africa. Peccato che questa prima grande lotta per i diritti civili in America fosse combattuta ben 150 anni fa, nella metà del del XIX secolo!
Tornando a noi, direi che, ahime!, le carenze di uno stato di diritto, e l’assenza totale di garanzie costituzionali e minimi diritti elementari, sono state evidenti a tutti coloro che si sono interessati alla vicenda. Vorrei però sottolineare alcuni fatti che saltano agli occhi:

  1. la concentrazione di clandestini nella città era tale (quasi il 10% della popolazione) che nessuno in paese non poteva esserne a conoscenza;
  2. il governo e l’opposizione politica comunale hanno lasciato che una parte del territorio fosse destinata ad accampamento clandestini, senza il minimo di spazio ed igiene che sarebbero richiesti anche ad una stalla;
  3. le forze dell’ordine sono arrivate quando già sul territorio gli scontri c’erano stati, ma qui la colpa è del Governo centrale, come dice il sindacato di polizia (di destra), che si lamentava per le accuse di inefficienza mosse al corpo, rivendicando maggiore attenzione del Ministero (soprattutto in termini economici) per loro invece che per la ridicola creazione di ronde civili; tra l’altro approfitto per dire che il caso delle ronde è uno dei più importanti esempi della superiorità, in termini di civiltà e democrazia, della popolazione italiana rispetto alla classe politica che ci governa, perché è stato praticamente un flop, ben evidenziato dalle mitiche scenette di Aldo, Giovanni e Giacomo;

  4. Sindacati, INPS e guardia di finanza praticamente inesistenti: condizioni di lavoro disumane al limite dello schiavismo, paghe da fame e tutto ovviamente a nero;

Era solo questione di tempo prima che i clandestini si ribellassero a questo stato di cose, senza voler con questo giustificare la loro violenza, che tale resta anche se mossa da esasperazione. E la reazione di una parte della popolazione è stata da Ku Klux Klan! Sicuramente una parte dei disordini è stata provocata o fomentata dalla malavita organizzata, che non perde occasioni come questa per sottolineare il suo potere sul territorio ed in questi giorni abbiamo visto che altre tristi vicende, come la bomba alla procura di Reggio Calabria, vanno nella stessa direzione. E lo Stato (in senso lato) e la società civile in tutto questo dove sono?

Condividi:
  • Blogosphere News
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • Live

5 commenti a La vergogna dei fatti di Rosarno

  1. Saifon
    February 11th, 2010 at 18:26

    Domanda: CHI HA FATTO ENTRARE QUEI 1500 CLANDESTINI (E ANCHE GLI ALTRI QUI NON MENZIONATI), NEL NOSTRO PAESE? CHI CON UNA LOGICA INSENSATA,PERVERSA E STUPIDAMENTE BUONISTA HA APERTO LE PORTE PROMETTENDO AI CITTADINI DI ALTRI PAESI CIò CHE NON POTEVA MANTENERE NEMMENO AI PROPRI CITTADINI?
    L’ho scritto in stampatello perchè lo vediate bene….
    Le ronde sono l’espressione di un malessere dei cittadini che si vedono imporre una convivenza forzata con persone che non condividono i valori della nostra società(democrazia, decoro,rispetto delle donne,ecc…..), che spesso sono violente e che soprattutto, non avendo una nazione e nemmeno il fegato per costruirsela(come i nostri padri hanno fatto….che non ci è cascata dal cielo!!), non hanno rispetto per la nazione che li ospita.A parte alcune eccezioni,ovviamente.Di questo dobbiamo ringraziare la sinistra e lo scempio comunista.Per cui per favore smettiamola con queste ipocrisie da buonisti radical chic.

  2. Alice
    February 11th, 2010 at 19:04

    Vado in ordine.
    1) Se sono clandestini significa che NESSUNO li ha fatti entrare, ma sono entrati appunto clandestinamente.
    2) Il desiderio che ci sia una forma di aggregazione come le ronde è il sintomo di insicurezza in alcuni cittadini che viene sfogata in questo modo. E dato il fallimento dell’iniziativa, per il basso numero di gruppi che si sono creati, significa che molti sono riusciti a sfogarla in modo più costruttivo.
    3) In Africa le nazioni sono state costruite a tavolino separando il territorio tra gli Stati colonizzatori a seconda della distribuzione delle risorse naturali ed i governanti sono fantocci controllati sempre dagli stessi Stati di cui sopra, a cui ora si sono aggiunte le nuove potenze, che fanno di tutto per mantenere la popolazione ad un livello di povertà ed ignoranza tale che non è possibile che ci sia un movimento di popolazione dal basso. Ed anche se fosse sarebbe soffocata immediatamente dall’esercito o dai vari gruppi paramilitari, nati e finanziati con lo scopo di mantenere il disordine. Dovresti studiare e documentarti prima di parlare.
    4) Il comunismo in Italia non c’è mai stato.
    5) Noi siamo stati e siamo tuttora uno degli Stati al mondo che più contribuisce ad aumentare la popolazione immigrata di altri Stati. Perché non dovremmo restituire il favore?
    6) In Europa siamo la nazione, dopo gli Stati scandinavi, che ha il minor numero di immigrati in proporzione alla popolazione (anche contando i clandestini stimati).
    Studia, informati ed usa il cervello invece di ripetere a memoria le baggianate che dicono i leghisti! Per cui per favore smettiamola con questa retorica da fascismo di ritorno!

  3. Saifon
    February 13th, 2010 at 0:07

    Non sono leghista. Mi dispiace per te: hai toppato.Non sono solo i leghisti a pensare che non possiamo tenerci questa gente, soprattutto IN PERIODO DI CRISI ECONOMICA, QUANDO NON C’E’ IL PANE NEANCHE PER NOI.
    1)li hanno fatti entrare i signori della sinistra che hanno governato fino a poco tempo fa,i quali hanno lasciato incustoditi i confini.Prova ad andare da clandestina negli USA e vedi che succede….In Spagna, fino a poco tempo fa gli sparavano a vista.
    2)i cittadini si sono stufati di vedersi costretti ad una coabitazione forzata con persone non richieste, ma fatte convivere appunto forzatamente. L’italiano non è di indole razzista di per se, ma quando gli girano i satelliti (in ritardo, ma gli girano….)è alquanto pericoloso. Le ronde sono state un sintomo, ma non si è sfogato, come qualche cieco può credere; sta solo covando sotto la cenere, e prima o poi esplode.Le ronde,Rosarno e tanti altri fatti piccoli e grandi sono legati da un unico filo conduttore, ossia che questa gente in Italia non è richiesta, non possiamo sfamare i nostri figli(anzi non possiamo neanche farne, per la verità), e NON POSSIAMO DARE A LORO QUELLO CHE NON ABBIAMO NEANCHE NOI.
    3)Se tu avessi studiato sapresti che anche noi siamo stati colonizzati, che fino a circa un secolo e mezzo fa eravamo solo “un’espressione geografica”,divisi fra austriaci,spagnoli e il Papa sulla panza. Eppure l’Italia s’è fatta, e l’hanno fatta pochi uomini provvisti di cervello, aiutati ovviamente da una popolazione illetterata.Mica eravamo tutti sapientoni!Tra l’altro, come Stato, invece di foraggiare i negrieri(incentivando il miraggio che “tanto in Italia è facile entrare”–così la pensano in Africa e altrove) e di riflesso il terrorismo facendo arrivare qui pochi (e ricchi) fortunati e lasciando la stragrande maggioranza nella miseria, faremmo meglio ad agire a livello diplomatico, soprattutto come Europa(che se no che ci sta a fare), per far si che possano attivarsi i presupposti per far costruire la democrazia a quelle popolazioni che non ce l’hanno(e che se la devono costruire DA LORO).
    4)su questo hai ragione, da noi c’è stato e c’è uno pseudo-comunismo ipocrita e mellifluo,fatto di parole al vento,burocrati superprivilegiati come aristocratici che se ne vanno in giro con lo sciarpino e la erre moscia che fa tanto chic, e tanti legami di amicizia(più che la mafia….).Ma quelli che il comunismo lo hanno visto davvero perchè originari di Cuba o Russia e simili ci ridono in faccia e votano Berlusconi.
    5)qui tu fai un errore di fondo:noi siamo una nazione piccola a livello geografico, e siamo andati in paesi molto più grandi (Stati Uniti),oppure SIAMO ANDATI DOVE POTEVANO RICEVERCI,DOVE C’ERA DA LAVORARE, non certo dove non avevano il pane per loro. Abbiamo fatto cose buone e meno buone,ma non è stato facile come lo è entrare in Italia.Ho parenti immigrati e mi hanno raccontato come funzionava, cose che tu non ti immagini nemmeno….Non abbiamo nessun favore da restituire, semplicemente perchè non possiamo.E non ha importanza i numeri di quanti clandestini abbiamo o hanno gli altri. Gli unici numeri che contano sono quelli del PIL e del debito pubblico.
    Per cui studiati la storia (che mi sa sei un pò carente…), e soprattutto levati i prosciutti sugli occhi che che ti hanno piazzato a scuola o all’università ( nelle quali c’è parecchio culturame sinistroide, purtroppo).Tu non te ne accorgi, ma hai parecchia brodaglia sinistroide nel cervello.
    Io ho la fortuna di pensare con la mia testa, anche a costo di essere una spina nel fianco per qualcuno e dire cose non proprio “politicamente corrette”.
    Cara Alice o come ti chiami, svegliati,’che questo non è il paese delle meraviglie,o il mondo dei sogni.Ma forse non ti sveglierai mai,a meno che tu non soffra la fame, cosa che non ti è ancora successa,da quello che vedo.Forse la fame non la farai SE fai parte dei sinistroidi super protetti o ben ammanicati, ma c’è un’onda di rabbia che si sta alimentando proprio grazie a modi di pensare come il tuo, e prima o poi questa rabbia esploderà e magari sarai fra quelli che ne pagheranno le conseguenze.

  4. Alice
    February 13th, 2010 at 11:22

    Innanzitutto credo che tu sia un po’ troppo catastrofico e che sia tu a vivere nel mondo delle fiabe. Non esiste la nazione Italia come la vedi tu e gli italiani non si muovono finchè non li tocchi nei loro interessi diretti e personali. Lì a Rosarno c’era la ‘ndrangheta dietro a tutto, non erano liberi cittani che manifestavano il dissenso. Non ci sono movimenti di piazza per contrastare lo scempio che stanno creando negli ultimi 16 anni, a livello di diritti elementari figurati se qualche italiano davvero è interessato a creare casini per 4 disgraziati che vengono a cercare fortuna qui. Io credo che i problemi di questo paese siano altri. Quelli come te per esempio: si fanno imbambolare da questioni irrilevanti e non vedono quelli che sono i problemi reali della nazione. Oppure peggio! Per te magari non sono neanche un problema tutti questi passi indietro che abbiamo fatto nelle libertà personali, nei diritti del lavoro, nella qualità dell’informazione e della giustizia. L’Italia degli anni ‘80 in tutte le graduatorie internazionali sugli indicatori di democrazia era in posizioni di molto migliori!
    E comunque non sarai leghista, ma sei di sicuro razzista e quindi sei un ex-AN e per di più nostalgico del fascismo, se l’unico problema che vedi in Italia ora, sono gli immigrati! Sei sicuro che sia io ad avere i prosciutti sugli occhi?

  5. Alice
    February 13th, 2010 at 18:58

    Dimenticavo una cosa importante: la legge che regola l’immigrazione in Italia è la Bossi-Fini. Dal 2002!

Lascia un commento

Puoi usare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>