October 2018
M T W T F S S
« Dec    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Categorie

Archivi

Le altre 10 domande di Opendemocracy.net

Riporto di seguito le ‘Altre 10 domande’ poste da OpenDemocracy a Silvio Berlusconi lunedì. Per tutti gli interessati segue anche una (mia) traduzione in italiano delle stesse.

“Dear Signor Berlusconi,

It is now nearly three weeks since La Repubblica published its list of ten questions in connection with your relationship to Noemi Letizia. You have chosen not to answer their questions, claiming that the newspaper’s initiative was part of a campaign organised by the left.

In the weeks since, you have accused La Repubblica of orchestrating a left-wing plot that has extended to the international press, drawing in the Times and the Economist, amongst others. In this period you have also described the Italian parliament as “useless” and judges as being fuelled by “hatred” and “jealousy”.

It is now only days before the European elections to be held across the European Union’s member-states on 4-7 June 2009, with Italy’s on 6-7 June; these will be followed by Italy’s hosting of the G8 summit in L’Aquila on 8-10 July. Your response has once again raised questions of wider public interest over your performance as Italian prime minister. I would like to put these further ten questions to you now.

1) You have made many criticisms of the role of the press in this case, despite the fact that Il Giornale (a paper owned by your family), as well as other newspapers, have regularly defended your conduct. Few prime ministers have that privilege, yet you persist in saying that the press is against you. What is your understanding, then, of a free press? For example, would you put any conditions on criticisms the press may make of the prime minister?

2) You accused La Repubblica of “exploiting private matters for political ends”. Yet, the “public” and “private” boundaries often overlap in your political life, notably through your own vast private ownership of daily newspapers and several TV stations, while you simultaneously wield political power. You agreed to resolve this “conflict of interests” within 100 days of taking office, yet nothing has been done. There are wide criticisms of this situation throughout Europe. Why have you not resolved this “conflict of interests” and do you not think it presents a problem for Italian democracy?

3) On 21 May 2009, you described the Italian parliament as “useless”, suggesting that only 100 MPs were needed to get the work done. At the same time, you claim that the Italian people are “with you”. Is your view, then, that the Italian electorate would happily give you more power to “get things done” more efficiently?

4) You have compared the role of government to that of a private company, and contrasted legislators unfavourably with entrepreneurs. Do you understand the difference between being a successful salesman and a successful statesman?

5) On 19 May, an Italian court ruled that you had bribed your British lawyer, David Mills, by paying $600,000 to give false testimony on your behalf. Mills was convicted in February, though you have been protected by parliamentary-immunity legislation passed by your government. You have said that you will be making a statement to parliament on the matter “as soon as you have time”, but not before the European elections. Why is that and when will the statement be made?

6) In addition to your criticisms of the Italian parliament, you regularly attack Italian judges for their bias and “insanity”. You have recently faced criticism for undermining constitutional procedures, leading to conflict with the president of the Italian republic, Giorgio Napolitano, most recently in the right-to-die case of Eluana Englaro. It has been claimed that you yourself have high aspirations to succeed Napolitano. Can you confirm your intention to become president of the republic and what would you bring to the role?

7) In July 2009 you will be hosting a G8 summit in L’Aquila. At previous summits and international gatherings of world leaders, you have had some communication problems with some of your peers. Do you envisage any more this year?

8 )What, in your view, are your greatest achievements as Italian prime minister?

9) During the last few weeks you have denied being directly involved in the selection of TVshowgirls as parliamentary candidates for your party, even though your own newspaper Il Giornale has admitted as much. Can you clarify whether you have or you have not?

10) Finally, why does Noemi Letizia, your 18-year-old friend in Naples, call you “Papi”?

Yours sincerely,

Geoff Andrews”

TRADUZIONE

Egregio Signor Berlusconi,

sono quasi tre settimane da quando La Repubblica ha pubblicato la lista di dieci domande relative al suo rapporto con Noemi Letizia. Lei ha deciso di non rispondere alle loro domande, rivendicando il fatto che l’iniziativa del quotidiano fosse parte di una campagna organizzata dalla sinistra. Nelle settimane seguenti, lei ha accusato La Repubblica di orchestrare un disegno di sinistra che si è esteso alla stampa internazionale, includendo anche il Times e l’Economist, tra gli altri. Nello stesso periodo ha descritto il Parlamento italiano come “inutile” ed i giudici come mossi da “odio” e “gelosia”.

Mancano solo alcuni giorni prima che le elezioni europee si tengano negli stati membri dell’Unione Europea tra il 4 ed il 7 giugno 2009, in Italia il 6 ed il 7 giugno; a queste seguirà il vertice del G8, ospitato dall’Italia a L’Aquila  tra l’8 ed il 10 luglio. Le sue reazioni hanno sollevato ancora una volta questioni di più ampio interesse pubblico sulle sue performance come primo ministro italiano.  Vorrei ora porle queste ulteriori dieci domande.

1) Lei ha mosso molte critiche al ruolo della stampa in questa questione, nonostante il fatto che Il Giornale (un quotidiano di proprietà della sua famiglia), così come altri giornali, abbia regolarmente difeso la sua condotta. Pochi primi ministri hanno tale privilegio, ancora persiste nel dire che la stampa è contro di lei.  Cosa intende, allora, per stampa libera?  Per esempio, porrebbe qualche condizione alle critiche che la stampa può fare sul primo ministro?

2) Lei ha accusato La Repubblica di “sfruttare questioni private per fini politici”. Finora, i confini tra “pubblico” e “privato” spesso si sono sovrapposti nella sua vita politica, in particolare a causa della sua vasta proprietà privata di quotidiani e di diverse stazioni televisive, mentre in contemporanea detiene il potere politico. Aveva acconsentito a risolvere questo “conflitto di interessi” entro i primi 100 giorni dall’insediamento, ancora nulla è stato fatto. Ci sono grosse critiche a questa situazione in tutta Europa.  Perché non ha ancora risolto questo “conflitto di interesse” e non pensa che esso rappresenti un problema per la democrazia italiana?

3) Il 21 maggio 2009 ha descritto il parlamento italiano come “inutile”, suggerendo che sarebbero necessari solo 100 parlamentari per l’attività. Allo stesso tempo ha rivendicato che gli italiani sono “con lei”. Dal suo punto di vista, quindi, l’elettorato italiano le darebbe felicemente più potere per “realizzare le cose” più efficientemente?

4) Lei ha paragonato il ruolo del governo a quello di una società privata, e ha contrastato i legislatori sfavorevoli agli imprenditori. Capisce la differenza tra essere un venditore di successo ed essere uno statista di successo?

5) Il 19 maggio, un tribunale italiano ha sentenziato che lei ha corrotto il suo avvocato inglese, David Mills, pagandogli $600.000 per dare falsa testimonianza a suo vantaggio. Mills è stato condannato a febbraio, sebbene lei sia stato protetto dalla legge sull’immunità parlamentare votata dal suo governo. Ha detto che avrebbe fatto una dichiarazione al parlamento sulla questione “appena ne avesse avuto il tempo”, ma non prima delle elezioni europee. Perché questo e quando farà la sua dichiarazione?

6) In aggiunta alle sue critiche al parlamento italiano, lei regolarmente attacca i giudici italiani per la loro inclinazione e “pazzia”.  Lei recentemente si è trovato di fronte alla critica di voler indebolire le procedure costituzionali,  arrivando ad essere in conflitto con il Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano, più recentemente nel caso del diritto alla morte di Eluana Englaro. E’ stato sostenuto che lei stesso ha la grande aspirazione di succedere a Napolitano. Può confermare la sua intenzione di diventare Presidente della Repubblica, e cosa apporterebbe al ruolo?

7) A luglio 2009 ospiterà il G8 a L’Aquila. Nei vertici precedenti e nelle riunioni internazionali dei leaders mondiali, ha avuto qualche problema di comunicazione con alcuni suoi pari. Ne prevede qualcun altro per questo anno?

8)Qual è, secondo lei, il suo più grande successo come primo ministro italiano?

9) Durante le ultime settimane ha negato di essere direttamente coinvolto nella selezione di showgirls televisive come candidate parlamentari per il suo partito, sebbene il suo stesso quotidiano Il Giornale lo abbia ammesso. Può chiarire se lo ha fatto o meno?

10) Infine, perché Noemi Letizia, la sua amica diciottenne di Napoli, la chiama “Papi”?

Sinceramente,

Geoff Andrews

Condividi:
  • Blogosphere News
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • Live

3 commenti a Le altre 10 domande di Opendemocracy.net

  1. Fabio
    June 5th, 2009 at 16:00

    Va di moda, in questo periodo, fare domande a Berlusconi.
    Forse riusciamo a liberarcene davvero?
    Speriamo!

  2. Alice
    June 5th, 2009 at 17:41

    Sarebbe ora, effettivamente, che si mettesse da parte. Ma io dubito che abbia la sensibilità politica necessaria per un gesto del genere, altrimenti ci avrebbe risparmiato tante figuracce internazionali.
    E la cosa peggiore è che ho paura che le elezioni del prossimo fine settimana gli daranno ragione perché una parte della popolazione purtroppo è d’accordo con lui e lo appoggia.
    Magari prendesse la batosta che merita! Come succederebbe a qualsiasi politico, nella maggior parte degli altri stati europei o negli USA, dopo la trafila di dichiarazioni e controdichiarazioni, smentite e conferme, che ha fatto sui ben noti ultimi fatti di politica/gossip, senza che alla fine ci sia ancora una sua versione ufficiale sui fatti e, soprattutto, senza aver ancora riferito sugli stessi in Parlamento.

  3. Fabio
    June 10th, 2009 at 13:38

    Ciao Alice,
    col senno di poi per fortuna Berlusconi non è andato benissimo.
    Io sono molto contento per come è andata a De Magistris, alla Sonia Alfano e all’IDV.
    Forse, riducendo le sponsorizzazioni europee alla mafia si potrà cominciare a cambiare davvero le cose!
    Fatto sta che la rete comincia a spostare sempre più consenzi e questo è molto bello e lascia presagire un futuro migliore.

    Saluti!

Lascia un commento

Puoi usare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>